Inaugurata la sede della Giostra dei Rioni

C’era tanta gente alla cerimonia di inaugurazione della sala di rappresentanza e delle vittorie dell’A.S.D. Giostra dei Rioni di Olmo che hanno voluto omaggiare, con la loro presenza, il direttivo della manifestazione per questa iniziativa che, nata nel 2015, è oramai una “scommessa vincente”.
Visibilmente entusiasta il Presidente del sodalizio Roberto Parnetti che, a nome anche del direttivo, nel suo saluto iniziale ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno creduto in questo progetto e che oggi hanno raccolto un altro importante, e storico, risultato ovvero quello di avere una sede dopo neanche quattro anni di attività.

La cerimonia è continuata con un applaudita esibizione dei musici della Giostra diretti dal M° Massimo Nasorri che ha anche composto l’inno di Olmo, brano che è stato suonato per la prima volta dai tamburini della Giostra alla Festa della Toscana dello scorso anno a Montevarchi.


Il programma della serata è poi continuato con l’esposizione, in anteprima, dei disegni partecipanti alla 3^ edizione del concorso “Disegna la Giostra” realizzati dai bambini delle cinque classi della Scuola Primaria di Olmo “Brunetto Bucciarelli Ducci”, e che saranno messi in esposizione durante la Festa Paesana di Olmo (in programma dal 5 al 15 luglio p.v.) dove si potrà anche votare il disegno preferito che sarà riprodotto nelle pergamene consegnate a tutti i collaboratori della Giostra.


Alle ore 19,00 poi il momento cloù con il taglio del nastro che è stato fatto, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, dal Consigliere Egiziano Andreani vista l’improvvisa assenza della Sen. Tiziana Nisini che ha comunque voluto inviare un suo particolare saluto.
Il parroco di Olmo Don Adam ha benedetto la sala di rappresentanza dove fanno bella mostra di se gli attestati e foto, tra cui quelle storiche del Palio dei Rioni che si correva ad Olmo negli anni ’80, il grande pannello che funge da Albo d’Oro dove sono riportati i nomi dei rioni e dei cavalieri vittoriosi e le ceramiche con gli stemmi dei rioni e della sacra immagine della Madonna del Conforto realizzati da Giuliano e Fiorella Polvani che hanno voluto far dono di queste vere e proprie opere.


In una vetrina sono stati invece sistemati gli Olmi d’Oro il premio per il rione vincitore la Giostra a cavallo che consiste in pregevole opera lignea realizzato dal “paesano” Francesco Conti, presente alla cerimonia, lo stesso che intaglia le lance d’Oro della Giostra del Saracino ed a proposito di Saracino, da menzionare la presenza, in rappresentanza del Quartiere di Porta del Foro, del consigliere Gianni Cantaloni.
In una seconda vetrina vi sono invece i premi per il miglior Rione dell’anno realizzati dagli alunni dell’Istituto Margaritone sezione Orafi a seguito del rapporto di collaborazione intrapreso con l’istituto ed in particolar modo con le Prof.sse Martina Scala e Santina Tremori.
La cerimonia non poteva non terminare con un prelibato rinfresco ed un brindisi per tutti i convenuti.